L’espresso perfetto: la crema

 

Senza una buona crema, che espresso è?

La crema perfetta appare liscia ed omogenea, senza bolle né punti in cui si assottigli, ed ha un bel color nocciola che può avere sfumature di un marrone più scuro nel caso di una miscela con più robusta. E’ in grado di trattenere lo zucchero in superficie per qualche secondo.

Se fatta a regola d’arte resiste per qualche minuto senza dissolversi.

Una crema troppo chiara e sottile accompagnata da un gusto acido oppure scura, maculata e con grosse bolle ed un caffè amaro possono essere indice, rispettivamente, di una sotto-estrazione o sovra-estrazione.

Una buona crema nasce dalla combinazione di acqua e degli oli naturalmente presenti nel caffè che compaiono sulla superficie del chicco durante la tostatura, ma per ottenerla sono essenziali anche una buona macinatura ed estrazione, per questo sono fondamentali l’esperienza dei torrefattori artigianali, che controllano ogni tostata, e dei baristi che preparano i nostri caffè.